Archivi delle etichette: Italia

Non ci si capisce un cazzo (e perdonatemi il francesismo, è il caso di dire)


Bossi voleva imbracciare i fucili per marciare contro i romani, intesi come quelli che non volevano concedergli l’autonomia/indipendenza/federalismo, fate voi. Poi si è messo a perorare la causa di Gheddafi: dovevamo pazientare, ha detto. Oibò. Berlusconi bacia la mano di Gheddafi, poi visto l’andazzo dice che il patto tra Italia e Libia è da intendersi nullo perché c’è un comma che prevedeva il rispetto dei diritti civili. Ma perché prima Gheddafi li rispettava? E vabbè. Allora sempre Berlusconi si schiara dalla parte di Usa/Francia/Gb e concede l’uso delle basi italiane. Solo quelle. Poi però La Russa dice che oltre alle basi ci saranno anche otto aerei ma che decolleranno solo in casi eccezionali. Contrordine: gli aerei partiranno eccome. Berlusconi, infine, fa marcia indietro: niente più basi e niente aerei se l’azione contro la Libia non sarà condotta dall’Onu, in caso contrario ci sarà un comando nazionale. Per fare cosa non l’ha spiegato. Meno male.

Berlusconi è come gli italiani


Sì, in effetti la cosa che più mi ha stupito, dell’ultima vicenda che coinvolge Berlusconi, dell’ultimo scandalo pseudo-sessuale insomma, è la marginalizzazione della telefonata che il nostro primo ministro ha fatto in questura per far rilasciare una minorenne arrestata per furto. E già, perché a noi italiani certe cose non ci toccano, siamo abituati a un certo modo di pensare/agire. Siamo quelli che, se uno va con più femmine, seppur pagandole, è considerato degno di stima in quanto super virile; siamo quelli che, in un modo o nell’altro cercano sempre una raccomandazione, mica poi puoi lamentarti se Berlusconi raccomanda una; siamo quelli che, conosci qualcuno per farmi togliere una multa?; siamo quelli che, marescia’ lo scontrino mi sono dimenticato di batterlo solo stavolta; siamo quelli che, dottò vedete come farmi pagare meno tasse. Siamo quelli che vorremmo che le regole fossero valide solo per gli altri, ma tutto sommato c’importa una cippa se anche gli altri non le rispettano, perché noi al posto loro faremmo lo stesso. Via l’Italia.

 

 

 

Invidia del coraggio


Plaudo al coraggio di Malvino e Axell che hanno avuto il fegato di scrivere ciò che in molti pensano ma non dicono.

La cazzimma dei Maltesi


I maltesi possono diffondere tutte le foto che vogliono, restano sempre dei cazzimmosi. Solo oggi hanno intercettato un altro gommone con trenta persone a bordo, lo stesso è stato rifornito di benzina e scortato dalle motovedette militari sino al confine con le acque territoriali dell’Italia. Come uno che scalcia una cicca dal suo vialetto per buttarla sulla strada.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: