Tag Archives: iervolino

Anche lo squallore dovrebbe avere un confine


Sono mesi che si ragiona sulla possibilità e soprattutto sull’oppurtunità che il Sindaco di Napoli, Rosetta Iervolino, e il Presidente della Regione Campania, Bassolino, lascino i posti ricoperti per trasmigrare al Parlamento Europeo, una sorta di incentivo o buonuscita a riprova che fare male in politica a volte è pure un merito. Veltroni e lo stesso Bassolino, tuttavia, avevano chiarito che non c’era alcun progetto al riguardo, anzi il governatore fece sapere di essere intenzionato a restare al suo posto fino alle prossime elezioni. Mai alcuna parola, alcuna smentita è stata invece pronunciata dalla Iervolino, a questo proposito Repubblica pubblica alcune indiscrezioni sulle imminenti elezioni europee che vedrebbero candidata per il Pd anche la sindaca di Napoli. Ma la cosa che ho trovato davvero preoccupante è che secondo Repubblica non sia la Iervolino a pretendere la candidatura, viceversa il Pd a pressarla. Insomma voglio vivamente sperare che questa interpretazione del giornalista sia fasulla, altrimenti nulla ci potrà più salvare.

IERVOLINO – Anche Rosetta sfoglia i petali della margherita. Mi candido, non mi candido. Stavolta il pendolo sembrerebbe oscillare verso una discesa in campo alle Europee di primavera, lasciando così la poltrona di sindaco al suo vice Santangelo. Almeno fino al 2010 quando ci sarebbe l’accoropamento elettorale di Regione e Comune. Nei giorni scorsi la cosa sarebbe stata discussa dalla stessa Iervolino a Roma, in un incontro col segretario del Pd, Dario Franceschini. Non è la Iervolino che chiede di candidarsi ma il suo partito, di cui è membro della direzione nazionale, che lo vorrebbe anche per mantenere un equilibrio delle quote rosa in lista, considerato che non sono molte le donne potenzialmente candidabili alle prossime Europee. Inoltre, è noto, la sindaca ha casa a Bruxelles; lì ha una figlia e tre nipoti, e non ha mai fatto mistero della sua predilizione nel lavorare alla stesura di leggi e commi piuttosto che fare l’amministrazione.

IdV, insubordinazione dei valori


dipietro04g

Forse una vendetta. Di Pietro ritiene che dietro l’inchiesta per vilipendio ci sia lo zampino del Pd e allora ordina ai suoi di mandare a casa Bassolino e Iervolino. Ma per ora è insubordinazione.

Scuola di scandalo


immagine-2

Nello stesso giorno in cui la Iervolino ha comprato una pagina sui quotidiani -presumibilmente a spese dei contribuenti visto che c’è la carta intestata del comune – per pubblicare la sua lettera aperta ai napoletani, un altro giornale le dedica gratis un gran bel articolo.

Cose turche, anzi napoletane


giannelli-620x385

La Iervolino si costituisce tribunale monocratico e definisce disonesti i suoi assessori ancor prima del giudizio della vera Giustizia. Che poi dovrebbe augurarsi che siano innocenti altrimenti vorrebbe dire che per otto anni non ha capito una beneamata.

Intanto, visto che ormai non si fida più di nessuno, va in giro col registratore. L’altro giorno ha registrato l’incontro avuto con i vertici campani del partito. Nicolais si è molto adirato e intanto si è dimesso, lanciando il pd in un burrone che conduce dritto alla spaccatura tra diellini, diessini, bassoliniani, iervoliniani e dalemiani. De Mita ringrazia.

Tutti litigano con tutti: Iervolino con la sua vecchia e cara amica Teresa Armato, che avrebbe mentito sostenendo di non sapere di essere registrata; Nicolais se le dice con Oddati: scambio di accuse gravi. Dare del bassoliniano di questi tempi non è cosa edificante.

La colpa è sempre dei giornalisti

Se gli uomini del Pd sono eunuchi, le donne fanno bella mostra dei testicoli: dopo la Finocchiaro, che a porta a porta chiese le dimissioni del sindaco di Napoli, anche la ministra ombra, Linda Lanzillotta, dichiara che Iervolino e Bassolino farebbero bene ad andarsene.

Veltroni fa da accompagnatore.

Tirare a campare


 

immagine-1

La Iervolino non se ne vuole andare nemmeno con le cannonate (della Magistratura). Veltroni non vuole mandarla via perché non saprebbe come giustificare l’ennesima sconfitta in una grande città. Alla fine le cose restano quasi come prima: rimpastino e navigazione a vista. Contenti loro…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: