L’insopportabile peso della burocrazia


vignetta di Artefatti

Ad ogni tornate elettorale, Forza Italia, ora Pdl, era costretta a spedire dei dirigenti in tutte le sedi locali per spiegare come si votava, quali schede erano da annullare e tutti gli incartamenti necessari per la presentazione delle liste.  La presenza dei tutor si rendeva necessaria in quanto la selezione dei candidati non teneva conto dell’esperienza politica di ogni candidato, per cui spesso nelle liste ci finivano persone che prima di allora nemmeno un minuto avevano dedicato alla politica. E’ evidente che quei mini corsi non hanno fornito il risultato sperato, infatti mentre il delegato alla presentazione della lista del Pdl se ne va a mangiare un panino, i radicali piantonano la porta orologio alla mano. Il problema non sono i radicali che fanno i puntigliosi o i giudici che applicano banalmente le regole elettorali, il problema è la totale ignoranza che porta la Polverini (e Formigoni) a gridare al complotto. Più che una maratona oratoria gli servirebbe la scuola serale.

Nessun commento ancora... lascia il tuo commento per primo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: