Qualche domanda per il Prof. Pizzetti, Garante della Privacy


Recentemente i Monopoli di Stato hanno introdotto l’obbligo dei lettori di schede magnetiche per i distributori automatici di sigarette. In sostanza, alle tradizionali macchinette sarà apposto un lettore dove inserire una tessera magnetica attestante l’età anagrafica. Più che altro il codice fiscale e la tessera sanitaria – anche la nuova carta d’identità per chi ce l’ha già – da cui la macchinetta verificherà se l’età è superiore ai 16 anni prima di procedere all’acquisto delle sigarette. Posto che sia assolutamente condivisibile evitare l’acquisto da parte dei minorenni, anche se ci si dovrebbe concentrare sui commercianti che spesso vendono le sigarette anche quando non dovrebbero, la domanda che mi pongo è esattamente questa: dove vanno a finire i dati letti? In altre parole, quando inserisco il mio codice fiscale o la tessera sanitaria, informazioni “molto” personali e sensibili, questi dati vengono letti e immediatamente cancellati o restano in memoria e magari potrebbero essere utilizzati dallo stesso tabaccaio o dalla società fornitrice del lettore? È un discorso che andrebbe seriamente approfondito dal Garante prima che sulle nuove carte di identità e sulle tessere sanitarie verranno inseriti dati ancora più personali, come potrebbe essere, per esempio, la nostra situazione medica.

2 Risposte a “Qualche domanda per il Prof. Pizzetti, Garante della Privacy”

  1. Pensa, per esempio, quanto valore potrebbero avere quei dati per una assicurazione…

  2. come tutti sappiamo il fumo uccide, in tante persone se ne fregano è non è giusto nei confronti della loro salute, ogni giorno una sigaretta aumenta il rischio che si ammalano i polmoni e tutto l’organismo, tutto il mondo deve capire che le sigarette non devono più essere comprate e più vendute nei tabaccai perchè il fumo ripeto uccide, bisogno vivere tutti in buona salute ma non rovinandola con il fumo. per questo scrivo questo commento perchè la cosa che vorrei di più è che non fumi più nessuno e che non vendono più le sigarette in tutti i tabaccai, il tabaccaio non deve più essere chiamato così ma deve essere chiamato ricevitoria dove ci si gioca al lotto e.t.c. . spero che il tutto si averi perchè disidero di non vedere più gente che fuma e desidero tanto che la gento lo capisce che fa male a fumare, ci tengo molto ma senza delusioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: