Una democrazia poco democratica


napolitano

La democrazia più democratica del mondo è quella americana. Non solo per il metodo di selezione della classe dirigente, con le primarie che costringono tutti i candidati a sottoporsi a più giudizi dell’elettorato, con la stampa che fruga nel passato più recondito e lo mette in piazza senza ritengo perché chi si candida a governare in America deve essere trasparente. Il che non significa che il candidato debba essere puro, ma qualsiasi cosa abbia fatto deve essere portata a conoscenza degli elettori, che poi sceglieranno se votarlo o no. La satira poi si fa gioco persino dell’uomo più potente del mondo. Bush è stato messo in croce per ogni sua parola, ogni suo gesto o gaffe. Anche il mondo del cinema non si preoccupa di attaccare i politici e gli artisti più importanti d’America non hanno mai evitato di criticare pesantemente Bush. In Italia accade l’esatto opposto. I politici non vogliono intromissioni appellandosi al diritto di privacy, le intercettazioni o gli scoop giornalistici presto saranno praticamente cancellati. L’unico caso al mondo di un giornale che compra a peso d’oro la foto del puttan-tour di Sircana – allora portavoce del Governo Prodi – e poi inspiegabilmente non la pubblica. Un tabloid inglese ha pubblicato invece il video sado-maso di Mosley. Per questo è stato condannato, ma intanto l’ha pubblicato senza pensarci su. Sempre in Italia la Guzzanti per aver attaccato il Vaticano è stata denunciata per vilipendio e in queste ore Di Pietro alla gogna per aver criticato l’operato del Presidente della Repubblica. Non si capisce perché in Italia non si possa criticare Napolitano, che sarà pure una brava e seria persona ma come capo dello stato è troppo malleabile. Come uno che dorme e si fa spostare dove capita. 

2 Risposte a “Una democrazia poco democratica”

  1. Ancora una volta mi trovi d’accordo. In Italia la parola democrazia viene tirata in ballo senza bene collegarla al suo significato.

Trackback/Pingback

  1. Il silenzio è mafioso « Ccà nisciuno è fesso, il blog di Antonio Vergara - 31 gennaio 2009

    […] piazza farnese, vilipendio Già non ero d’accordo sin tanto che si trattava di criticarlo, figurarsi ora che le Camere Penali hanno deciso di denunciare Di Pietro per vilipendio al Capo […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: