Disdetta del canone Rai? Naaa… non ci credo


9100

Beppe Grillo suggerisce le istruzioni per disdire l’abbonamento della Rai. Logiche sono logiche ma non so se bastano per l’agenzia delle Entrate.

Le istruzioni :
– Prendere il libretto senza strapparlo in mille pezzi
– Copiare il numero di ruolo dal libretto di abbonamento alla televisione. In assenza chiedere un duplicato con raccomandata A.R. all’indirizzo abbonamenti TV (1° ufficio entrate Torino – S.A.T. Sportello Abbonamenti Tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino)
– Non avere pendenze come arretrati o multe
– Versare 5,16 euro con vaglia postale, specificando nella causale del versamento “
per disdetta canone numero di ruolo” (scrivere il proprio numero di ruolo)”. Beneficiario del versamento: S.A.T. casella postale 22, 10121 TORINO; l’agenzia di pagamento: TORINO VAGLIA E RISPARMI
– Staccare dal libretto la cartolina “d”, (la “b” se il libretto è recente) intitolata “
denuncia di cessazione dell’abbonamento tv“. Barrare la casella 2 che ha la richiesta di suggellamento e compilare gli spazi segnati riportando numero del vaglia e data del versamento
– Nello spazio sottostante vi è lo spazio per per la data di spedizione della cartolina: va riportata e apposta la propria firma. Sul retro della cartolina riportare nome, cognome e indirizzo del titolare che intende disdire. Correggere eventualmente il vecchio indirizzo URAR TV in S.A.T.
– In mancanza della cartolina per la denuncia di cessazione dell’abbonamento, usare la cartolina per le comunicazioni generiche e scrivere:
Il sottoscritto (nome, cognome, indirizzo) chiede la cessazione del Canone TV e chiede di far suggellare il televisore (numero di ruolo:…) a colori detenuto presso la propria abitazione. A tale scopo ha corrisposto l’importo di 5,16 euro a mezzo vaglia postale n…. del…/…/… sul quale ha indicato il numero di ruolo dell’abbonamento
Fare una fotocopia della cartolina (davanti e dietro). L’originale della cartolina va spedito con raccomandata ricevuta ritorno all’indirizzo già stampato.
– Attendere il ritorno della ricevuta di ritorno
– Spedire con raccomandata A.R. all’indirizzo del S.A.T. il libretto di abbonamento originale completo con tutto quanto contenuto, tenendo a casa le ricevute dei pagamenti degli ultimi 10 anni (o da quando si è abbonati).

La disdetta va completata entro il 30 novembre 2009. A fronte di quanto sopra, la RAI potrà rispondere richiedendo i vostri dati anagrafici (ancora?), la marca dell’apparecchio da suggellare e dove si trova.

9 Risposte a “Disdetta del canone Rai? Naaa… non ci credo”

  1. anidridecarbonica Rispondi 9 gennaio 2009 a 15:22

    Caro Antonio, puoi trovare maggiori informazioni sulla disdetta del canone qui. Ciao.

  2. mi spiegate una cosa?

    Chiunque detenga uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione dei programmi televisivi

    è vero che sono inclusi anche i personal computer?
    se è così semplice (basta NON possedere un televisore) perché non è stato divulgato prima?

  3. a me essere abbonata rai non dispiace per niente
    in effetti ho molti più problemi a comprendere e giustificare
    quelle persoen che si lamentano di tasse/spese etc
    e poi però hanno l’abbonamente a sky
    (che non mi sembra proprio una cosa fondamentale nella vita)

  4. @bastet
    che io sappia
    sono inclusi anche i pc

  5. sono inclusi i pc e anche i cellulari che sono in grado di accedere alle tv. Se li chiami non ti impacchettano solo la tv.
    Non credo che lo faranno in tanti. Io non lo farei, visto che ho un pc da 1000 euro e un televisore da 800 comprato da poco. E poi ho pure sky che mi spenna.
    Sarebbe come darmi una mazzata in testa da sola.

  6. La ringrazio anticipatamente. Mi piacerebbe sapere il numero di ccp della S.A.T.

  7. Io invece ci credo eccome.. ma non come suggerisce il mitico Beppe Grillo ma seguendo queste indicazioni:
    http://www.mabonline.org/canonerai.php

    Per la cronaca, anche il monitor del pc spento e messo in soffitta è un apparecchio atto o adattabile.. o meglio.. ho letto il parere dell’Agenzia delle Entrate, che in realtà dice che non ne sa nulla nemmeno lei su quali siano questi apparecchi:
    http://www.agenziaentrate.gov.it/ilwwcm/resources/file/eb8f680c7eb2778/Ris_102E_19_marzo_2008.pdf

    In parole povere, il Canone RAI non è un Canone tanto meno della RAI: come dice l’Agenzia e la Cassazione (che strano, non la tv..) è una IMPOSTA.
    Per intenderci, è come pagare il bollo dell’auto.. non importa se la usi e cosa guardi, ma se ce l’hai.

    Disdite pure e state tranquilli, ho letto da più fonti che dal 1990 ad oggi nessun apparecchio è mai stato suggellato, in quanto nessuno può entrare in casa vostra a meno che non ci sia il mandato del magistrato, il quale ha ben altro da fare.

Trackback/Pingback

  1. Disdetta del canone Rai? Naaa… non ci credo - 9 gennaio 2009

    […] Guarda Articolo Originale: Disdetta del canone Rai? Naaa… non ci credo […]

  2. 100 Top Posts, Blogs Italiano Wopdrpess 22/1/2009 + 3/12/2008 « Kopanakinews’s Weblog - 21 gennaio 2009

    […] Disdetta del canone Rai? Naaa… non ci credo Beppe Grillo suggerisce le istruzioni per disdire l’abbonamento della Rai. Logiche sono logiche ma non so se […] […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: