La Palestina ammonita


religione

Continua la discriminazione nei confronti della Palestina. Il calciatore francese,  Frederic Kanoute, che ha inneggiato alla Palestina dopo aver segnato un gol nel campionato spagnolo, è stato ammonito e multato perchè sul campo di gioco non si possono esporre scritte o vessilli politici e religiosi. Ma prima di Natale, nel nostro campionato, Legrottaglie dopo aver segnato all’Atalanta aveva sollevato la maglietta per mostrare la scritta “Gesù vive”, e in quel caso nessuno fu il provvedimento disciplinare. Vuol dire che secondo la legge sportiva Gesù è meglio di Allah.

2 Risposte a “La Palestina ammonita”

  1. Se c’è una regola si deve far rispettare a tutti (anche se qui si tratta di due nazioni diverse…ma io non ne capisco una mazza di calcio). Certo, però, che inneggiare alla Palestina mentre è in corso una guerra in cui questa è una delle due parti in causa non è proprio la stessa cosa che scrivere “Gesù vive”.

  2. immagino che il post sia ironico.
    Premesso questo, ipotizziamo invece non lo sia. La differenza sostanziale è che in spagna è *vietato* esporre scritte con riferimenti politici e religiosi, in italia [paese bigotto ad honorem] ciò non è altrettanto vero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: