Almeno salviamo la faccia, la Iervolino se ne vada subito


1525953

da sx: Iervolino, Romeo e Cardillo

Bufera, tempesta, uragano, terremoto: chiamatela come vi pare, tanto non sarà la declinazione a cambiare il senso di ciò che è successo all’alba di stamattina a Napoli. Lo tsunami che si aspettava è arrivato a ventiquattro ore dal cataclisma che ha investito il Pd in Abruzzo. In manette sono finiti oltre una dozzina tra politici, funzionari pubblici, imprenditori e tutori della legge. Due assessori sono stati arrestati, ai quali vanno aggiunti altri due che avevano rassegnato le dimissioni e un altro, Nugnes, suicidatosi pochi giorni fa che sarebbe stato probabilmente colpito dallo stesso provvedimento. In carcere c’è finito il mega imprenditore edile Romeo e assieme a lui diversi suoi collaboratori e alti funzionari della pubblica amministrazione. Persino un finanziere in servizio presso la Dia di  Napoli che avrebbe anticipato particolari dell’inchiesta. Nella conferenza stampa convocata a poche ore dallo scatafascio, la sindaca Iervolino ha seguitato a farsi vanto di non essere stata raggiunta da nessuna azione giudiziaria, ribadendo che intende andare avanti, pur riservandosi la decisione definitiva dopo una riflessione. Verrebbe da domandarle: ma cosa vuoi riflettere? Cosa ti serve ancora per capire che devi lasciare? Eppure pochi giorni fa aveva orgogliosamente tenuto a precisare che lei non era come Villari, che non aveva vinavil sulla poltrona, che sarebbe stata pronta a lasciare se la giustizia avesse emesso qualche provvedimento nei confronti della sua giunta, la stessa che lei definiva estranea a qualsiasi indagine perché di alto profilo professionale e politico. La Iervolino sbagliava e anche per questo dovrebbe dimettersi subito, ma dovrebbe farlo soprattutto perché è lei che ha nominato quegli assessori, è a lei che spettava il compito di vigilare sull’operato degli assessori. Dunque se non di responsabilità penale, di sicuro di responsabilità politica, etica e morale è colpevole. Certo potrebbe incassare la (inspiegabile) solidarietà del partito, sospendere le persone coinvolte e tentare di andare avanti, giusto per non ammettere clamorosamente e pubblicamente il suo fallimento. Potrebbe accadere ma dubito che alla fine glielo lascino fare. Se la Iervolino non si dimettesse il contraccolpo d’immagine sarebbe decuplicato rispetto agli arresti di questi giorni, l’elettore ne trarrebbe la conclusione che il Pd non ha alcuna voglia di cambiare, anche di fronte a fatti di codesta rilevanza. In questi casi la legittima aspettativa è che si faccia un repulisti generale, iniziando dalla base per finire ai vertici del partito, anche se è difficile che chi detiene il potere epuri sé stesso. Ormai di salvabile c’è solo la faccia, tanto alle prossime elezioni il centrodestra farà en plein in Campania. Procrastinare le dimissioni cui prodest? 

5 Risposte a “Almeno salviamo la faccia, la Iervolino se ne vada subito”

  1. Cui prodest?
    Bella domanda, che penso debba essere accompagnata da quest’altra:

    “E’ disposta a togliersi definitivamente dai coglioni?”

    Se si dimette senza aver dimostrato di essere estranea alla vicenda, infatti, o prendere tempo, dubito che la sua carriera politica possa proseguire oltre.

    Un doblone che farà come ha già fatto Bassolino.

  2. Non avevo visto la prima pagina di Repubblica.it.
    Fuori il doblone!

  3. CIAO ANTONIO, SONO TORNATA!!!!!!!!!! MA E’ VERO CHE DURANTE LA MIA ASSENZA SEI DIVENTATO L’ AMANTE DELLAIERVOLINO????? UN BACIONE, A PRESTISSIMO.

  4. hihihihi…ha deciso di non levarsi dalla palle….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: