Libero comizio per la Gelmini


È piuttosto insolito che un Ministro della Repubblica usi il sito internet di un quotidiano per comunicare con i cittadini. Il video della Ministra dell’istruzione, Mariastella Gelmini, campeggia sulla home page di Libero. Non si tratta di un’intervista o di una videochat ma di un vero e proprio comizietto. Viene da domandarsi perché la Ministra non abbia usato il sito internet istituzionale del dicastero da lei retto, o persino un sito personale, per promuovere la sua politica scolastica. Trovate il video sulla home page di Libero, sulla parte destra nello spazio riservato al “video del direttore”. Il filmato parte in automatico ma bisogna sbloccare  l’audio sul pulsante in alto e stopparlo per farlo partire daccapo.  Altrettanto insolito è il fatto che cliccando l’indirizzo mariastellagelmini.it si venga reindirizzati, con quel dominio sempre visibile, sul sito del ministero della pubblica istruzione.

2 Risposte a “Libero comizio per la Gelmini”

  1. la sig.ra, che c’ha chiamato “ragazzi” forse non sa che i PRECARI DELLA SCUOLA HANNO SUPERATO I 40 ANNI (IO NE HO 46). POVERINA MA CHE NE SA LEI DELLA SCUOLA?? LA SIG.RA Gelmina TREMONTI, infatti è laureata in giurisprudenza e non ha mai fatto nè l’insegnante, nè la bidella nè la rappresentante dei genitori. qualcuno le spieghi cos’è la SCUOLA GRAZIE…

  2. Gentile ministro,
    lei a parole dice che vuole una scuola migliore, ma nei fatti ha imboccato una direzione che conduce esattamente nella direzione opposta. Il Suo governo sta smantellando la scuola pubblica, deridendo e umiliando chi da anni vi presta servizio. Ci sono troppi lavoratori nella scuola in Italia? Le sue statistiche non tengono conto di molti fattori che rendono un unicum la situazione del nostro paese (sostegno agli alunni disabili, offerta formativa anche nei piccoli centri, ecc.). Se si vuole risparmiare, perché non incidere là dove il nostro Paese detiene davvero primati non invidiabili (numero di parlamentari e di membri del governo, addetti alle forze armate, ecc.)? Un Paese che non investe nella formazione e nell’istruzione è un paese che rinuncia a giocare un ruolo da protagonista nel mondo che verrà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: