Il web secondo Brunetta


il nuovo sito del ministero

il nuovo sito del ministero

Ieri definivo Scajola come un personaggio sconcertante, ma anche Brunetta non scherza. Riporto dall’Unità di oggi:

Il ministro Brunetta ha deciso di rompere con la linea ingessata dei siti istituzionali e ha pensato bene di buttarla sul ridere. Forse si è fatto prendere un po’ la mano: al di là delle manie di protagonismo (Brunetta raccoglie e pubblica quotidianamente le vignette che lo riguardano), colpisce lo stile tra l’ilare e il minaccioso: una foto scattata sui muri delle Poste di Milano dove qualcuno con lo spray ha scritto «Via i fannulloni», una sezione intitolata «Licenziare il dipendente pubblico? Si può!», con tanto di punteggiatura a sottolineare l’enfasi della conquista. E li dentro, una sfilza di episodi, raccolti da maggio ad oggi, che metterebbero paura anche al lavoratore più indefesso: licenziamenti, arresti, tagli di stipendi, foto segnaletiche, imputazioni per truffa.

5 Risposte to “Il web secondo Brunetta”

  1. Ancora per poco… pare che a settembre ricompaia Lucio Stanca (sic!)

    http://millionportalbay.wordpress.com/2008/07/24/ictit-new-entries-a-settembre/

  2. Ogni epoca ha i suoi eroi.
    Quand’è, invece, che anche i lavoratori avranno un loro paladino??

  3. Oggi è la giornata di Brunetta. Ne ho parlato anche io nel mio blog migrante.
    A quanto pare sono tante le cose in comune 😉
    Morosita

  4. Gioia Tauro ufficio postale centrale (da mettersi le mani nei capelli).

    Dipendente approssimativi, inesperti… (arroganti). Si dice che in ogni settore tra loro fanno cerchio per tutelare i propri interessi non la categoria.

    Sportelli sempre vuoti due massimo tre dipendenti anche se c’è parecchia folla di utenti (è c’è sempre folla). Ho girato parecchi uffici postali , ma come Gioia Taurochiunque a dire se non è di una unicità inequivocabile.

    Il postino mi lascia l’avviso di una raccomandata – non essendo io in casa-

    vado alle poste il giorno successivo all’avviso, per essere certo di poter prelevare la raccomandata.

    Non c’è fila allo sportello , ( solo uno ) prendo il numero al distributore, nel display dello sportello scatta il mio numero mi avvicino , la dipendente è indaffarata a fare altro, uno dietro me, gli passa una lettera… si avvicina un suo collega e parlano affabilmente scherzando e ridendo per circa dieci minuti (non mi abituerò mai a queste cose), finito con lui riprende a fare il lavoro d’ufficio, a pesare lettere ecc. come se io fossi trasparente.è di prassi comune che per favorire amici c’è la pessima abitudine di portarsi il lavoro gia da casa, se no non si spiga che questa gentaglia agli sportelli sia sempre indaffarata a fare altro anzichè servire gli utenti allo sportello.Sbotto, se ha molto da fare posso ritornare più tardi!

    Non si aspettava il reclamo fa una smorfia e borbotta farfuglia qualcosa…

    Dopo un po si decide è da uno sguardo al mio avviso ( senza leggere la data) dovete ritornare dopo l’una c’è l’ha ancora il postino. Ha voluto togliemi dai coglioni. Il giorno era Sabato.

    Assalito da una folata di rabbia interna strappo la ricevuta e me vado, sono passati alcuni mesi e a tutt’oggi non so se la raccomandata era lettera importante, non avendone ancora ricevuta un’altra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: