Fuoco e fiamme


È un Jack Folla piuttosto amaro quello che ricorda la trasmissione che non c’è.

“Esattamente dieci anni fa, alla Rai, Radiodue, il programma c’era, si chiamava “ALCATRAZ”. È successo qualcosa in questo decennio? Jack senza una radio, se l’è fatta da sé, e ha lanciato stanotte nell’Atlantico questa bottiglia con dentro il suo CD. Raccoglietela e, se lo desiderate, rilanciatela su tutte le coste del web”.

E infatti sul blog dell’autore che ha dato vita al genio maledetto di Jack, c’è la puntata “numero zero” della trasmissione che non c’è, per l’appunto. È inutile dirvi che è favolosa e va attentamente ascoltata. Chissà che sul web Jack non trovi quella libertà di espressione che in tv e radio gli hanno sempre negato.

3 Risposte a “Fuoco e fiamme”

  1. mah… ai miei occhi cugia ha perso ogni credibilità nel preciso istante in cui è diventato consigliere di amministrazione della SIAE… ma come prima fa il moraista che castiga urbi et orbi e poi accetta la poltrona in siae? mah

    per non parlare del fatto che sarebbe indagato per abuso d’atto d’ufficio
    Il sito Dagospia aveva sollevato il fatto, ripreso poi dal Codacons e dall?Associazione utenti del diritto d’autore – che Cugia, come consigliere d?amministrazione SIAE, aveva deliberato di affidare un investimento di 40 mln di euro alla banca Lehman Brothers dove il cugino è Executive Director.

  2. Allora non perdevo una puntata.Lo aspetto il 2 agosto sull’Unità.
    Cristiana

  3. Vi ringrazio moltissimo della bella citazione sul blog, grazie Antonio! Per quanto riguarda il messaggio lasciato da tale aghost, e riguardante la denuncia fattami dal Codacons alla Procura della Repubblica, vorrei precisare che questa, come altre, sono state archiviate dal giudice. Resta invece in piedi la mia querela penale al Codacons per le accuse suddette, ovviamente false. Per quanto riguarda la Siae il mio mandato è scaduto da un anno. Esserne stato consigliere, in quanto autore, è stato un onore, e credo, nel mio piccolo, di essermi dato da fare perché la società di noi autori fosse abncora più trasparente e giusta, visto che noi viviamo dei proventi delle nostre opere. Un caro saluto. Diego Cugia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: