Solo Ronaldinho


Come promesso durante un comizio a Napoli, Berlusconi ha comprato Ronaldinho. Però le tasse non sono calate e anzi l’inflazione aumenta sempre di più. Nemmeno l’emergenza rifiuti è risolta, ma posticipata grazie al favore concesso a Berlusconi dai suoi presidenti di Regione che hanno deciso (solo ora) di accettare parte delle monnezza napoletana. In compenso sono arrivate misure non proposte durante la campagna elettorale, come i lodi alfani, salvaprocessi e impronte razziali. Tutto questo solo in pochi mesi, chissà cosa ci riserveranno gli altri quattro anni e mezzo.

6 Risposte to “Solo Ronaldinho”

  1. Berlusconi é la cosa piú fastidiosa che ci sia di tutto il telegiornale pure mia figlia di 8 anni lo riconosce e secondo me é grave, nuoce gravemente alla salute quell’uomo.
    Kiss Bolzano é grande altro che crucchi 🙂

  2. Ti ho letto sul blog di cristiana alicata ed ho pensato di lasciarti un messaggio.

    Quello che hai scritto lì a proposito dei mille mi pare molto sensato (lo dico e scrivo da un pezzo) e pure in tema col tuo post di oggi: nei prossimi quattro anni ci potremmo attendere ronaldinhi all’ennesima potenza, visto il ciarpame decisionale che c’è dall’altra parte ed il notevole tasso di mediocrità di certe frange che si affacciano all’orizzonte (non chiamiamole correnti sennò cri si arrabbia).

    O forse no, mi sbaglio…hanno deciso di essere così nella pseudo sinistra…sennò chissà…potrebbero dover tornare a governare!

    Mai sia, è fatica lavorare!

    Ti aspetto sul mio sito, spero, a presto!

  3. sempre a criticare! sei fortunato se non hanno messo la tassa ronaldinho!

  4. Ommaronna, ma questo ci ha ‘na faccia da deficiente unica. Scommetto che costa un sacco di soldi, ma talmente tanti che basterebbero per risolvere qualche problemuccio napoletano.
    Antò, ti ho lasciato un commento da Oscar Ferrari :-))
    Baci baci…
    Anna

  5. IMHO, Berlusconi non c’entra granché: se il 99% degli Italiani è un minus habens, la politica non può che riflettere la società, in un contesto democratico: quando s’elargisce il diritto di voto (anche passivo) a chi non conosce neppure la propria lingua madre, come si può pretendere che lo Stato funzioni? E, come se non bastasse, siamo in un regime d’economia di mercato: il ché presuppone sia che Ronaldinho guadagni più di un docente, sia che il Presidente del Consiglio abbia lo stesso acume politico di un operatore ecologico (e Romano Prodi, ovvero Walter Veltroni – figlio di papà, perché non è neppure diplomato in un liceo -, non sono certo da meno). Contenti voi…

  6. parte é berlusconi, parte sono gli italiani.
    é vera la frase che gli italiani hanno i politici che si meritano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: