L’Esercito della monnezza


 

Dicono che diventeremo come la Colombia, con i soldati che presidiano pure le sfilate di moda. Da noi per ora si limitano a sorvegliare la monnezza. Non credo all’allarmismo di ritorno: non ho mai creduto all’emergenza sicurezza, così come non credo che ci trasformeremo in uno stato di polizia. Posso ragionevolmente sostenere che i militari per le strade non porteranno alcun giovamento: di fatti dopo la morte di Falcone, i vespri siciliani non debellarono la mafia. Si tratta dunque di mera demagogia, dello Stato impotente che non trova altra soluzione che quella di farsi almeno vedere. Dal poliziotto al militare di quartiere il passo sembra grave, ma sempre di visibilità stiamo parlando.

 

5 Risposte a “L’Esercito della monnezza”

  1. fai un po’ il conto, 2500 soldati suddivisi tra diciamo almeno 15 città, le più grandi, fanno circa 167 soldati a città da suddividere tra i vari quartieri e le periferie e le cinture più a rischio. quest’operazione ovviamente è solo da titoli di giornale.

  2. PS. comunque ti ricordo che poco più di un mese fa scrivevi questo https://antoniovergara.wordpress.com/2008/05/12/la-sicurezza-e-di-destra/
    😉

  3. i due post non sono in contraddizione. io sono un convinto assertore della necessità della repressione ma giudico l’invio dei soldati solo un provvedimento di facciata.

  4. mi riferivo a questa frase “non ho mai creduto all’emergenza sicurezza” che stride col post di un mese fa.

    comunque la questione non è questa, è un altra. quello della sicurezza non è un problema reale, sta nella mente degli italiani – dei fessi creduloni e beoti, presi da paure borghesi -, nelle penne dei giornalisti che scrivono baggianate, nelle parole dei politici a cui conviene alimentare la paura. l’avevo già scritto in un commento a quel vecchio post. per stessa ammissione di diversi esponenti della maggioranza, il problema è la “percezione” di insicurezza.

    stando così le cose, agli italiani non serve l’esercito, servono degli psicologi.

    ma poi di che sicurezza si parla? a mio parere è molto più urgente la lotta alle mafie, molto più urgente rendere efficiente e veloce la giustizia, molto più urgente la certezza della pena (non a parole), di queste campagne pubblicitarie che si fanno.

  5. É il bello di vivere a Napoli 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: