Adesso se ne vada pure Veltroni


Finisce con i cortei dei tassinari romani che festeggiano la vittoria di Alemanno per il comune di Roma. Rutelli, pur partendo con i favori del pronostico, non è stato mai in partita e alla fine ha chiuso con 7 punti percentuali di distacco, un’enormità. L’enorme astensione, una leadership stantia, l’effetto berlusconi: vallo a sapere di cosa si è trattato. Gli errori sono così tanti che non vale neppure la pena analizzare l’epilogo, meglio cancellare tutto e ripartire da zero. Vuol dire che Veltroni, adesso, deve rassegnare le dimissioni come farebbe qualsiasi leader di partito in ogni democrazia che si rispetti. Il Pd non ha (semplicemente) perso ma è stato travolto anche contro le più lusinghiere previsioni dello stesso centrodestra. 

 

6 Risposte a “Adesso se ne vada pure Veltroni”

  1. non so se mi disgustano di più i tassinari o Alemanno, davvero ci devo pensare.

  2. Sì, bisognerebbe ripartire da capo… Ma al di là dei partiti c’è una mentalità che avanza e che mi preoccupa… Giulia

  3. Sono convinto che mai come quest’anno la sinistra abbia fatto tutto da sola: la crisi di governo, la sconfitta alle elezioni politiche e la sconfitta a Roma sono tutte frutto di una serie di autogol incredibili.

    Sono il frutto di un distacco dalla realtà che non ha perdonato e di un’arroganza che fu la causa della sconfitta di Occhetto come lo è ora per Veltroni e Rutelli.

    Un esempio su tutti.
    Rutelli, dopo il primo turno, affermò:
    ”La destra ha ben poco di cui rallegrarsi: rispetto alle elezioni precedenti parte indietro. Consiglierei ad Alemanno di farsi dare il ministero di cui si parla, così si risparmia un turno”

    Se questo non è tirarsela addosso…

  4. La cosa che più mi ha colpito dopo le politiche è che Veltroni si sia congratulato con i suoi per la “strepitosa rimonta”. Un colpo da maestro, è così che si rimane in sella…

Trackback/Pingback

  1. » Roma 2a - 29 aprile 2008

    […] di Blogosfere. E poi gli amici che spesso passano di qui: G.V., che vede piovere sul bagnato, e Vergara, che a differenza degli altri (filo)piddini citati, la testa di Veltroni mi pare non abbia problema […]

  2. Capre pazze « one match - 29 aprile 2008

    […] c’è questa possibilità: come direbbe Massimo Cacciari, il centrosinistra è pieno di “capre pazze” che […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: