I cattivi Report della Gabanelli


gabanelli.jpg

di Eleonora Casa*

Ultimamente, mi sembra che la 488 sia diventata una sorta di capro espiatorio, verso cui rivolgere le critiche e le lamentele del sistema politico/economico italiano, ritenendo questo strumento, come una specie di benefit per le sole imprese gestite da mafiosi.
Alle solite, esiste la tendenza di fare di tutta l’erba un fascio, generalizzando che la L. 488/92 ha agevolato, unicamente, una marea di imbroglioni, con l’ausilio delle banche conniventi “che erogano mutui a fondo perduto alle imprese lasciando sul lastrico le povere famiglie”.
Puntualizzo di trovarmi assolutamente d’accordo sulla non facile, attuale, situazione italiana per quanto riguarda l’erogazione dei mutui immobiliari che, a) hanno ridotto sul lastrico parecchie persone, a causa della congiuntura economica in cui ci troviamo e per la durata astronomica dei mutui stessi, b) hanno consentito la lievitazione del mercato immobiliare.
Tuttavia, mi pare giusto precisare un paio di cosette:
1)    la Legge 488/92, consente, con procedura concorsuale, l’accesso a fondi comunitari ad imprese che, secondo graduatoria, riescano a collocarsi in posizione utile;
2)    le banche seguono l’istruttoria e successivamente la consuntiva, attraverso gli Stati di avanzamento intermedi, valutando il rispetto, da parte delle imprese agevolande ed agevolate, di una serie di parametri, con la collaborazione di tecnici, per lo più esterni alle banche stesse, che hanno il compito di verificare la fattibilità del programma, oltre che le spese ad esso connesse, senza dimenticare, a consuntiva, la verifica dell’avvenuta realizzazione del programma di investimento.
Parlo del mio lavoro.
Sono un tecnico, perito accreditato presso alcuni Istituti bancari ed incaricata di seguire le pratiche di Agevolazione ex L. 488/92 e non nego che, al mattino, quando mi capita di essere in sopralluogo di verifica, faccio il segno della Croce, pregando di avere la capacità di aprire gli occhi e di riuscire a vedere oltre il tangibile.
Sembra una sciocchezza, ma, credetemi, a volte, un forellino su un macchinario basta a celare un imbroglio grosso come il capannone che lo ospita.
Ciononostante, non mi sento di dire che tutte le pratiche che ho visto agevolate siano state un imbroglio, né che la Legge sia stata (poiché con l’ultima finanziaria la 488 è stata abolita) uno strumento atto a favorire tali imbrogli.
Quanto attualmente sottolineato nel merito dai vari programmi di attualità è vero, ma lo è in parte.
Inizialmente le erogazioni venivano effettuate senza tener conto di sopralluoghi di verifica (quindi senza alcun controllo), cosa che, dall’8° Bando in poi (cioè dal 2000), è stata puntualmente fatta.
Inoltre, è vero che le imprese ricevono agevolazioni finanziarie, ma è anche vero che le stesse, prima di ricevere il denaro (che è quota parte di un investimento di maggiore respiro e che viene anticipato dall’impresa stessa), sono soggette a valutazione da parte del tecnico che effettua il sopralluogo e che verifica quanto di seguito:
1)    la rispondenza dell’immobile agli Atti autorizzativi Comunali (rispondenza dell’immobile al PRG e ai Permessi di Costruire);
2)    l’effettiva realizzazione delle spese (rispondenza dei macchinari alle fatture esibite, nonché al requisito di nuovo di fabbrica);
3)    congruità della spesa (noi diciamo sempre, ti passo i soldi che servono per il cemento armato, ma non quelli per l’oro alle pareti);
4)    pertinenza della spesa (ad esempio, l’acquisto di un martello demolitore, sicuramente non è pertinente all’attività di albergo – cosa che mi è capitato di vedere);
5)    organicità e funzionalità di un programma (ad esempio, un nuovo impianto produttivo che realizzi il capannone, acquistando solo un macchinario, difficilmente può considerarsi organico e funzionale).
Successivamente al sopralluogo di verifica, acquisiti tutti i documenti ritenuti dal tecnico, questi redige la propria perizia (naturalmente ci sono una serie di altre cosette che facciamo e che verifichiamo, ma che non elenco….trucchi del mestiere!) esibendola, con in calce proprio timbro e firma, alla banca concessionaria, che passa alle proprie valutazioni (è ovvio che la banca può richiedere al tecnico incaricato ulteriori verifiche e chiarimenti) e quindi all’esame dell’avvenuto pagamento dei beni acquistati.
Ripeto, ciò che ho fin qui descritto è solo una parte del lavoro svolto, prima che un’impresa riceva il denaro richiesto, che avviene, all’incirca, dopo un anno dall’ultimazione del programma di agevolazione.
Dopodiché, affinché una ditta possa conservare il proprio diritto alle agevolazioni, deve garantire la conservazione di quanto acquistato per cinque anni dall’ultimazione del programma stesso, oltre che l’osservanza di alcuni parametri, tra cui quello occupazionale, che comporta l’assunzione di nuovo personale (così è stato fino al 31° Bando) e che viene rilevato da monitoraggi (tramite l’esibizione dei libri matricola, dei DM10 ecc.)
Dire, dunque, che la 488 sia stata un pezzotto, mi sembra davvero scorretto.
Calibrando adeguatamente un programma di investimenti e non sovradimensionandolo rispetto alle effettive richieste di mercato e commisurandolo alle proprie effettive capacità produttive, molte imprese, hanno avuto un valido strumento d’appoggio per avviare le proprie produzioni ed attività.
Dimenticavo una cosa e con ciò concludo, le tanto deprecate Banche, in collaborazione, riuscirono a sventare una grossa truffa di cui si parlò moltissimo, se non erro, nel 2001 e riguardante il caso MAGURO (fu riportato anche da Striscia), che avrebbe prosciugato integralmente i fondi destinati al mezzogiorno.
Inoltre – e parlo ancora una volta per esperienza – gli imbrogli grossi di cui ho sentito parlare, non sono stati perpetrati dalle piccole imprese del sud (verso le quali i fondi avrebbero dovuto essere destinati), bensì dalle grandi aziende del nord, che, approfittando degli incentivi esistenti nel Sud Italia, hanno impiantato nuove strutture produttive nei territori agevolati, smontandoli poi, integralmente, una volta avvenuta l’ultima erogazione.
Imbrogli ancora una volta rilevati e sventati da chi ha ispezionato (perché infondo si parla solo dell’imbroglio avvenuto, non di quello sventato, salvo il macroscopico caso testè riportato).
Nel caso di imbroglio, il funzionario responsabile della pratica, in uno col tecnico incaricato, sono chiamati a risponderne, alla stregua dell’impresa che ha imbrogliato.
Non aggiungo altro.

*architetto 

8 Risposte a “I cattivi Report della Gabanelli”

  1. Qualcosa mi sfugge.

    Report non mi sembra sia famoso per essere un programma spara-bufale, ma certamente la tua esperienza dice che le cose stanno diversamente.

    Insomma, delle due l’una: o Report ha raccontato cavolate (e allora lo sono anche le tante altre notizie venute alla ribalta nel corso degli anni), oppure nella tua spiegazione c’è una crepa.

    Qualcuno può spiegarmi?

  2. per una frazione di secondo, leggo troppo velocemente alle volte: mi sono detta ma non faceva altro??? mo fa il tecnico per le banche poi ho riguardato bene, non so che dire non me ne intendo ma anche a me pare che in genere report sia attendibile, forse stavolta ha solo generalizzato un po’ troppo?

  3. è proprio per quello che mi arrabbio.
    la generalizzazione!
    tenete conto di una cosa……….pratiche sbagliate hanno portato al fallimento di alcune imprese

  4. cara eleonora, io ho visto report e il messaggio che mi è arrivato è diverso da quello che è hai percepito tu.
    La Gabanelli non mi sembra che ha accusato la 488 di per sè, anzi..ha accusato carenze gravi che portano a truffe facili, soprattutto grazie a scarsi controlli preventivi. Questo perchè come lei stessa diceva subito dopo aver dimostrato auto di lusso sequestrate appartenenti ad uno degli imprenditori che aveva presumibilmente aggirato la legge, precisando che quei beni verranno messi all’asta, sempre che frutteranno qualcosa per recuperare almeno in parte i finanziamenti, “dopo è dura rimediare”. E poi han fatto vedere che sono capitati casi in cui milioni di euro sono andati a gente che è subito fuggita in Brasile, perchè sono venuti a meno i controlli prima di erogarei finanziamenti. Infatti nessuno ha controllato che l’attività per i quali erano stati concessi, fosse effettivamente esercitata da questo e quell’altro imprenditore ecc…Banche incluse. Se non mi sbaglio, è andata a chiedere (perdonami se non mi ricordo a chi), perchè questi controlli non vengono fatti prima. Controlli previsti. E uno di una banca ha risposto: “figurati se la banca può controllare questo quello e quell’altro. Ci vuole troppo tempo”. Eppure per noi, comuni mortali lo fanno.
    E poi Report ha contestato anche alcuni finanziamente erogati a parenti di gente condannata per mafia. Cosa che anche secondo me, tale possibilità andrebbe rivista. O dovrebbero esserci maggiori controlli. Non perchè il parente di un mafioso debba essere per forza mafioso, ma perchè c’è questa possibilità e quindi, a mio avviso, dovrebbero esserci più controlli.
    Ma non è questo il punto. L’intento della 488 è certamente ammirevole, ma purtroppo se non si fanno controlli severi, chi riceve il malloppo se lo tiene o lo usa per sè.
    E poi, non mi è sembrato che la Gabanelli accusasse le imprese del sud, come tu dici. Ad Esempio, parla e mette sotto accusa un imprenditore bresciano e se non ricordo male anche altre ditte del nord che prendono finanziamenti al sud senza però portare a termine i progetti.
    Infine, permettini anche di contestare un attimino quanto tu dici sulla responsabilità di banche, tecnici ecc…
    Una volta che un imprenditore è scappato in Brasile con 30-70milioni di euro, a noi italiani rimane un danno enorme. Economico, intendo. E anche se un giorno lo si riuscirà a punire, il danno economico grosso rimane. E qui, se non erro, è intervenuta anche la GdF dicendo che: “loro possono intervenire solo dopo, a giochi ormai fatti, quando il grosso del denaro è ormai divenuto irrecuperabile” (o qualcosa di simile).
    Stessa cosa anche se non riescono a scappare in tempo in Brasile. Potranno anche venire puniti con qualche anno di carcere, ma i danni economici al paese sono grossi e difficilmente rimediabili. Ed è questo che interessa alla Gabanelli.
    La punibilità in questi casi non basta. E nemmeno i vari sequestri dei beni di quello e quell’altro imprenditore, servono a molto. Non coprono mai quanto ci è stato frodato.
    Così come viene applicata, questa legge sta facendo danni economici per grosse cifre.
    Ripeto, l’intento è lodevole, ma bisogna sanzionare meglio e cercare di migliorare i controlli, sia preventivi che durante l’erogazione, e soprattutto renderli effettivi affinchè i soldi non vadano buttati nel cesso. E ciò per migliorare l’applicazione di una buona legge.

  5. cara giuy, io parlo di quello che vedo quotidianamente. ho infatti precisato che quando faccio un controllo, prego e non è tanto x dire…….lo faccio davvero! gli imbrogli e le magagne ci sono, ma è proprio x questo che veniamo iviati noi. orientativamente, fra me ed il mio socio, controlliamo circa 300 aziende l’anno e il nostro compito non si esaurisce con la redazione dell’istruttoria, del sopralluogo e della consuntiva, ma esistono una serie di studi e di valutazioni intermedie che vengono acquisite agli atti, proprio in funzione di eventuali “sospetti di imbroglio”. quanto alla GdF, la stessa effettua controlli anche intermedi e non solo ad erogazione avvenuta (una delle banche x cui lavoro ha predisposto un ufficio x i militari). la legge è attiva dal 94 e confermo che in occasione dei primi bandi i sopralluoghi non venivano effettuati. successivamente, vista la possibilità di imbrogliare, furono le stesse banche a disporre i sopralluoghi a tappeto, anche x quelle pratiche che avevano ricevuto piccoli finianziamenti. non posso raccontare molto, per una questione di privacy, ma ti assicuro che le ispezioni avvengono anche presso gli uffici comunali che hanno rilasciato documentazione non vera (e credimi, capita!). ho la scrivania sommersa da relazioni tecniche di vaglio di eventuali rilasci di permessi. inoltre, una pratica che abbia avuto accesso alle agevolazioni, è spesso soggetta anche a controllo ministeriale. fino a qualche anno fa, i controlli avvenivano solo x quelle pratiche con importo di finanziamento superiore ai 3 miliardi di lire. attualmente, i controlli, invece, vengono eseguiti “a campione” (in realtà i controlli sono frequenti) e non solo ad erogazione avvenuta, ma anche nel corso dell’attuazione del programma di finanziamento. una cosa che ho sempre detto ad amici che mi hanno chiesto un parere sull’eventualità di provare ad accedere ai fondi 488 “non pensate MAI di ricevere soldi, con la 488 riceverete un incentivo, che peraltro, vi costerà fatica ed impegno economico rilevante”. il discorso è molto lungo ed avrei piacere di parlartene. cmq, discutendo con uno dei responsabili della legge, ci siamo trovati d’accordo su una cosa, cioè su una “maglia larga” della legge: il fatto che molti movimenti avvengano sulla base di dichiarazioni sostitutive in atto notorio. e purtroppo, sulla base di queste, in passato, sono state effettuate le erogazioni, portando agli imbrogli di cui sopra. ti saluto e ti ringrazio per l’attenzione.

  6. cara eleonora, non ho mai messo in dubbio le tue conoscenze sui meccanismi e sui controlli. Ho solo espresso una mia opinione sulla puntata di Report da te criticata. Ricambio i saluti e ti ringrazio per aver toccato un tema che dovrebbe essere sicuramente approfondito.

  7. grazie mille….sei davvero cortese 🙂

  8. Che voi sappiante:Si possono conoscere le imprese che hanno chiesto il finanziamento?E’ possibile prendere visione delle graduatorie per regione?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: