E’ morto Luciano Pavarotti. Omaggio al più grande tenore di tutti i tempi.


18 Risposte a “E’ morto Luciano Pavarotti. Omaggio al più grande tenore di tutti i tempi.”

  1. nulla da aggiungere, se non il silenzio davanti alla morte…

    ot: non stiamo chiudendo il blog: anzi!!! era un parziale ringraziamento ai passanti di questi primi tre anni…

  2. L’italia ha perso il più grande dei suoi tenori. Nella sua vita ha sempre onorato le nostre opere come le migliori al mondo ed ora, che se nè andato, ha lasciato un grande vuoto nel nostro paese. Non esisterà più nessuno che potrà eguagliarlo… GRANDE MAESTRO do tutti i tempi! ciao Luciano

  3. Un grande tenore, senza dubbio.
    Ma evitiamo il “santo subito”. Almeno noi che siamo laici lasciamo da parte l’iperbole che sembra condizionare ogni dipartita terrena in Italia.

    Sfuggirei quindi dalla tentazione di stilare subito classifiche attribuendo a Pavarotti il primato al pari di papa Woijtyla.

    Anche per un minimo di rispetto per Mario Del Monaco, Giuseppe Di Stefano, Beniamino Gigli, Tito Schipa e Enrico Caruso.
    In fin dei conti sono morti anche loro.

  4. Io mi riservo di salutarlo come artista. La sua voce era veramente straordinaria!

    Marassi: ok, son d’accordo con te, ma ora è lui che si saluta visto che ha appena raggiunto gli altri.

  5. Nessuna beatificazione. Era un Grande e credo che a conti fatti anche tu la pensi così, altrimenti non scriveresti questo nel tuo post:

    “E’ morto Luciano Pavarotti. Omaggio al più grande tenore di tutti i tempi.”
    ciao
    Mayra

  6. Io abito a Modena e ieri sera in Piazza Grande c’era una marea di gente a vedere la salma esposta in chiesa. Lo rispettavo molto come artista, anche se il suo genere non combaciava esattamente con il mio.

    Ieri sera sono andato al concerto dei CASINO ROYALE a Modena, i quali hanno detto una sacrosanta verità: “Luciano ora sei nell’olimpo dei grandi. Frank Sinatra & co. ti aspettano, vai!”

  7. Pace all’anima, ma almeno ora si fa spazio a qualcuno giovane, e ce ne sono anche di migliori del pur bravo Pavarotti.

  8. vittorio lipocelli Rispondi 24 ottobre 2007 a 15:57

    LUCIANO PAVAROTTI IL PIU’GRANDE TENORE DI TUTTI I TEMPI ……? IL MONDO EVIDENTEMENTE HA FATTO PRESTO A DIMENTICARE ARTISTI QUALI : MARIO DEL MONACO, FRANCO CORELLI, GIUSEPPE DI STEFANO, BENIAMINO GIGLI, GIACOMO LAURI VOLPI, FRANCESCO MERLI, MARIO FILIPPESCHI, E TANTI ALTRI ANCORA, CERTAMENTE NON INFERIORI AL GRANDE LUCIANO. DIMENTICAVO: ED ENRICO CARUSO DOVE LO INSERIAMO? ANDIAMOCI……PIANOOOOOOO!!!!!

    VITTORIO LIPOCELLI.

  9. Personalmente ho ascoltato molti tenori…Qualcuno di superiore a pavarotti…bhè, non mi è mai capitato di ascoltarlo…Ma potrebbe anche esserci…perché no, in fondo…

    Grande rispetto a Mario Del Monaco, Giuseppe Di Stefano, Beniamino Gigli, Tito Schipa e Enrico Caruso ed altri.

    Ma Perché attaccare chi vuole dare a pavarotti onori che chiunque al mondo gli riconoscerebbe?

    Non credo possa esistere un “più grande di tutti i tempi”…ci sarà qualcun’altro alla cui morte diremo “è morto il più grande di tutti i tempi” e allora tutti lì a dire “Gigli, Caruso e Pavarotti dove li metti?!” Sarà sempre così…Forse non è ancora nato…o forse non ha avuto la fortuna che ha baciato altri e si ritrova a cantare solo sotto la doccia…questo non posso saperlo

    Roberto Ghilardini ha fatto presente questa frase: Luciano ora sei nell’olimpo dei grandi. “Frank Sinatra & co. ti aspettano, vai!”

    E sinceramente Mi piace immaginare che siano tutti lì a cantare insieme…Gigli, Caruso, Sinatra, Pavarotti Freddie Mercury e quant’altro…

    Santo subito no…Ma Riconosciamogli quel potere [raro da trovare di questi tempi] di riuscire a creare emozioni
    Ritengo impossibile ascoltare “nessun dorma” o “e lucevan le stelle”(solo per citarne due dei più famosi)cantate da pavarotti e non sentire un brivido lungo la schiena…

    Magari su Youtube andate a cercare il nessun dorma a torino 2006…un pavarotti che si vede stanco e affaticato…ma una performance in grado di trasmettere mille emozioni…

    Landon[scusate l’irruzione…girovagavo su internet e ho trovato questo post e ho voluto rispondere :p]

  10. Quanto affermato dal sottoscritto, in riferimento al fatto di ritenere Luciano Pavarotti “il più grande tenore di tutti i tempi”, è solo il frutto di una lunga personale esperienza ,vissuta per tanti anni in teatro,( sono un artista del coro, oggi in pensione, della Fondazione Teatro Massimo),a contatto di grandi voci compresa naturalmente quella di Luciano Pavarotti. Il Suo “nessun dorma” mette i brividi? E’ fuor di dubbio che la stupenda aria Pucciniana dia all’ascoltatore attento straordinarie sensazioni, , ma è pur vero, che la vocalità di Luciano, Pavarotti ,strettamente legata al repertorio di tenore lirico,la trovavo inadeguata nel ruolo di Calaf ,personaggio, che in tempi relativamente lontani,veniva “affidato” esclusivamente a voci di tenore lirico spinto/drammatico, i Del Monaco ,i Corelli…per intenderci.

    Di Rigoletto, Traviata, Boheme,Lucia ed altre ancora ,il nostro grande Luciano ne diede certamente un’impronta personalissima e straordinaria, esecuzioni tecnicamente perfette, ma a mio modesto parere ,con qualche lacuna dal punto di vista interpretativo . Il grande Pippo Di Stefano,anch’egli tenore lirico, la cui tecnica non era scevra da difetti ,riusci prepotentemente a creare attraverso la bellezza del suo canto ineguagliabile , e lo dico senza alcun timore d’essere smentito, momenti di altissima arte!

  11. Tra tutti i talenti che hanno stupito ed entusiasmato , quello di Giuseppe Di Stefano rimane forse la più rappresentativa incarnazione di un perfetto spirito teatrale. Egli seppe infatti non solo infiammare gli animi con una voce tanto bella quanto capace di numeri funambolici, ma ,soprattutto, egli volle e potè ammaliarli con la poesia di un canto tutto giocato sulla parola, in cui un istinto musicale del tutto fuori dell’ordinario gli permise di fondere accenti lirici e piglio drammatico in una commistione esplosiva ed al massimo grado vitale.

  12. @vera
    pavarotti ha avuto il merito di portare la lirica fuori dai teatri e di contaminarla con la musica pop. ma a giudicare dal lavoro che fai mi fido delle tue valutazioni.

  13. Rispondo al “CATTIVISSIMO ” del 20 settembre 2007.
    Caro Signore ,potrebbe essere cosi cortese da illuninare e mettere a tacere la mia ignoranza dichiarando chi sarebbero queste nuove voci che ,secondo la sua esperienza ,superano Luciano Pavarotti ?
    Si riferisce, forse, come tantissimi che ,vestendo l’abito di Solone ,sparano a vanvera e si strappano i capelli dalla gran gioia
    facendo mille zompetti quando sentono il “Vesti la giubba ” o il “Nessun Dorma” dal …..” TENORE ????!!!! ” BOCELLI ?
    La ringrazio per la risposta che vorra’ dare e le invio i miei piu’ cordiali saluti.

  14. Vittorio Lipocelli Rispondi 20 settembre 2008 a 22:11

    Di nuove voci in grado oggi, di competere sia vocalmente che tecnicamente con Luciano Pavarotti, in tutta sincerità, credo proprio non ne esistano! ma in un passato relativamente breve, probabilmente si! Alcuni esempi? Franco Corelli, Mario del Monaco, Giacomo Lauri Volpi, Mario Filippeschi, Francesco Merli, Beniamino Gigli, e naturalmente l’immenso Enrico Caruso! Per non parlare dei Schipa, dei Tagliavini, e potrei continuare, ma …..! Pur non di meno, Pavarotti è certamente da annoverare fra i più grandi cantanti lirici di tutti i tempi, ma “IL PIU’ GRANDE”,direi proprio di no. Vorrei comunque estrinsecare un mio personale parere in merito alla splendida vocalità dell’ artista in questione: le sue straordinarie esibizioni, certamente impeccabili ,per generosità tecnica e vocale, evidenziavano abbastanza frequentemente limiti interpretativi, legati inevitabilmente ad un repertorio non adatto ad un registro di puro tenore lirico.

  15. Luciano ? ..io lo conobbi e lo ascoltai dal vivo, nella storica boheme del 1996 al Regio di Torino, ..ebbene, la Prima, ..che diedevo in tv, ..non sembra vero, ..ma Luciano, la canto praticamente a mezza voce ..e voi avrete sicuramente sentito quanto bene dalla televisione cantò, ..la seconda ..meglio e in voce per metà .. ..il terzo spettacolo, ..in voce, ..e fu qualcosa di straordinario e unico, ..voce grande e limpida, pastosa e armonica in tutto il registro, ..grande grande voce, che coprì, mi ricordo, tutte le altre voci, ..seppur grandi, piccole al suo confronto, Luciano bisognava ascoltarlo dal vivo, ..non aveva eguali, ..son andato a concerti di tanti cantanti, Liza Minnelli Madonna Lou Reed Ligabue ..ecc ..ma Luciano era davvero di più, ..anzi, mi spiace che tante persone giovani ragazzi, non abbiano fatto un pò di code per sentirlo, ..era ineguagliabile, ..sempre uomo come tutti, ma praticamente unico, ..W chi ama gli artisti nella loro arte e umano limite, perchè in ogni caso, ..ci hanno lasciato qualcosa, su cui riflettere e chiudere gli occhi, ..Grazie Luciano e grazie a tutti voi. Umberto

  16. IL PIU’ GRANDE TENORE DI TUTTI I TEMPI ERA E’ RIMANE IL GRANDISSIMO MARIO DEL MONACO. DI FRONTE A LUI PAVAROTTI ERA UNA MEZZA CALZETTA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: