Campania: clima da guerra civile


1.jpg

I residenti del comune di Serre (Sa) hanno dato luogo a scontri con la polizia, nel tentativo di scongiurare l’apertura di una discarica per lo stoccaggio temporaneo dei rifiuti. Torna, dunque, alla ribalta delle cronache nazionali l’emergenza rifiuti in Campania. In realtà emergenza è un termine che poco attiene ad un problema che dura oramai da almeno cinque anni. La politica non ha aiutato questo corso, anzi l’assunzione di posizione populiste ha portato l’intera regione al fetido collasso.  Quello del populismo è il male antico che pervade la politica. Sono populisti i verdi di Pecoraro Scanio, sono populisti i rifondaroli di Bertinotti, sono populisti gli amministratori locali che infoiano la folla, dimenticando le proprie responsabilità per la mancata raccolta differenziata. Sono Populisti tutti quelli che si oppongono senza fornire soluzioni alternative. Il capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, ha chiesto ed ottenuto poteri speciali proprio per superare questo sbarramento ideologico – populista. Ha poi chiamato come consulente “ultimo”, l’ufficiale dei carabinieri che arrestò Riina, e richiesto l’intervento del genio militare per fini logistici. Gli scontri di oggi sono solo un prologo, prevedibilmente ce ne saranno altri se si seguiterà a soffiare sulla fiamma del populismo. Sono condivisibili le ragioni degli ecologisti, che giustamente giudicano sbagliata una discarica in un parco protetto. Condivisibili, pure, le istanze dei residenti interessati dalle nuove discariche.  Ma soprattutto sono condivisibili le ragioni di Bertolaso che vede nell’urgenza il superamento alle ragioni ecologiste. Bertolaso sostiene la necessita dell’apertura di cinque discariche di stoccaggio, una per ogni provincia. Che ogni provincia debba provvedere allo smaltimento dei propri rifiuti, non è uno scandalo. Tocca turarsi il naso e abbozzare. Poi, se qualcuno ha soluzioni diverse da quelle prospettate da Bertolaso, ce lo faccia sapere in fretta perché siamo tutti in apnea.

19 Risposte a “Campania: clima da guerra civile”

  1. E’ difficile schierarsi in questi casi. Forse sono più propensa a schierarmi con Bertolaso.

  2. io sono per la soluzione dei problemi senza populismo
    la monnezza da qualche parte bisogna metterla

  3. E’ veramente terribile vedere quelle montagne ai lati delle strade, un segno di mero menefreghismo da parte delle amministrazioni locali.
    Ma Zì Rosetta che dice?

    Sembra di vedere i quartieri malfamati, sporchi, sudici, inquinati delle grandi città sudamericane.
    Cazzo! però Napoli e la Campania sono in Italia, non in Brasile o Argentina.

  4. concordo con raffaele. se i verdi se la mangiano allora si possono evitare le discariche.

  5. A mio avviso c’è troppo populismo. La Campania deve capire che i rifiuti da qualche parte devono pure andare (e i treni per l’estero non sono una soluzione). Non capisco perchè ogni volta che si parla di fare una discarica in Campania, c’è una sorta di rivolta generale della popolazione con manifestazioni e un sacco di polemiche. Mi verrebbe da chiedere: ma cosa pensa di fare questa gente con tutti questi rifiuti?

  6. Il popolo dei NoTav si è unito per solidarietà a quello di Serre, bloccando la linea ferroviaria. E’ così, magari sono un po’ chiassosi, ma son puri di cuore. Unendosi non si permetterà ad alcuno di tacciarli come sparuti gruppi di anarco-insurrezionalisti. PS pecoraro anziché farsi bello in piazza Navona avrebbe dovuto essere a Serre dalla parte della gente. Uscire dal coso dei ministri non basta. Se la sua parola non serve, si dimetta.

  7. da triestina faccio veramente fatica a capire perchè la campania è in queste condizioni

    da noi, tristi nord-estini, sono problemi mai sentiti… e non penso che produciamo meno immondizia dei campani

    ora qui c’è qualcuno che ha la coda di paglia….
    possibile che queste discariche non si possano fare da nessuna parte?

  8. trieste non è napoli, non a caso siete al secondo posto per qualità di vita. in campania qualsiasi posto non andrebbe bene, fidati 😦

  9. ma secondo te chi le oclpimaggiorni?
    la politica locale?
    la cultura imperante?
    insomma… un motivo ci sarà…
    non è mica colpa del destino cinico e baro…

  10. l’ho detto nel post. politica, malaffare, demagogia. i problemi sono tanti.

  11. Antonio condivido al 100% il tuo post.

    Vorrei dire solo due cose: 1. mi sa che in campania si producono più rifiuti, sì sì. Perchè non c’è abitudine al riciclo, perchè in generale l’italia non è un paese in cui i cittadini abbiano sensibilità per ridurre (o comprare meno merci con molto involto inutile) gli imballaggi. Ho un carissimo amico che lavora all’AMA di Roma: pure qui si butta di tutto, cose che potrebbero essere riutilizzate, oggetti sani o con minimi difetti, che basterebbe aggiustarli e riusarli. O prenderne i pezzi sani per aggiustare altri oggetti simili. O creare nuova carta, nuova plastica, eccetera.
    2. E nonostante il punto 1., il famoso termine NIMBY, che indica, appunto, la “rivolta” quando si deve costruire qualcosa di spiacevole accanto a casa (not in my back yard), non è un termine italiano. Quindi….

    Baci & baci. Elisabetta

  12. In linea di principio sono d’accordo. Ma nel caso specifico di Serre siamo alla follia.

    1) La discarica si troverebbe a 100 metri (dico 100 metri!) dall’Oasi Naturale di Persano.

    2) Inoltre a 50 metri (dico 50 metri) scorre l’unico fiume pulito della Campania, iol Sele. Che pochi metri dopo la discarica si immette nell’oasi. Nel Sele vive e si riproduce l’unico esemplare italiano di Lontra allo stato naturale.

    3) I camion per andare a sversare devono passare ATTRAVERSO l’Oasi di Persano

    4) Serre è al confine del Parco Nazionale degli Alburni sulla strada che porta al parco. Si presume che i pullman dei turisti viaggeranno incolonnati con i camion della “monnezza”

    Inoltre il sindaco di Salerno, De Luca ha proposto di costruire un termovalorizzatore nella provincia di Salerno ma non gli dà retta nessuno.

  13. embè sono d’accordo su serre. ma sta munnezz dove la dobbiamo mettere? oggi c’era un fetore pazzesco dappertutto e la gente ha iniziato a dare fuoco ai cumuli.

  14. ci sono in Campania molti siti dove insistono servitù militari …mettiamola li

  15. ma voi veramente credete che bertolaso sia stupido o voglia far scoppiare la guerra civile? è evidente che nella provincia di salerno solo quello è il sito idoneo.

  16. Ma vogliamo scherzare?!! Mo’ Bertolaso si è messo a girare per la provincia di Salerno per cercare un sito?!!
    Bertolaso ha vagliato una serie di proposte fatte dai tecnici locali. E siccome è quello che è ha pensato che un sito messo vicino a un Oasi dove però ci sono pochi abitanti avrebbe scatenato le proteste solo di quei pochi abitanti.
    Mentre evidentemente l’Oasi e il Sele sono sentiti come una risorsa da tutti gli abitanti della valle.

  17. beh ma guarda anche negli altri siti stanno protestando e non ci sono oasi da proteggere.

  18. Oasi o non oasi, la verità è che nessuno vuole farsi carico della propria immondizia (o monnezza come la chiamate voi).
    Ci vuole una sana consapevolezza del problema e trovare una soluzione defitiva (l’ideale sarebbe ognuno si tenga e smaltisca i propri rifiuti).

    Giustamente Marassi critica la scelta del sito per la discarica a Serre, giustificando che a poche centinaia di metri si trova un fiume incontaminato, un parco naturale ed un’oasi naturale. Ma è forse meglio lasciare la spazzatura dov’è ora? Per strada.

  19. per una volta siamo d’accordo cristian

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: