Stavolta Bossi ha quasi ragione


Di qui a poco penserete che sono diventato leghista, di destra, xenofobo e razzista. Ma è un rischio che voglio correre. Dopo averci pensato un po’ su, mi sono trovato d’accordo con Bossi: se la Chiesa vuole accogliere le centinaia di migliaia di immigrati che approdano sulle nostre coste, apra i suoi cancelli, faccia costruire un Cpt sul suolo Vaticano, contribuisca in moneta al mantenimento con lo Stato oppure scomodi dal lusso i pingui cardinali e li mandi come volontari in Sicilia. Peraltro, qualcuno dovrebbe anche spiegarmi che tipo di relazione c’è tra la Shoah e l’ultima tragedia in mare, posto che nel primo caso si trattò di deportazione mentre nel secondo una libera scelta di intraprendere la via del mare. Certo, se sei roso dai morsi della fame africana, forse tanto libera non è, ma in ogni caso la Shoah, per quanto mi riguarda, poco c’azzecca. Allo stesso tempo riconosco, pure, che l’immigrazione, o più propriamente i diritti civili, la solidarietà, è il terreno congeniale della Chiesa: richiamare una politica di maggiore rispetto per la vita umana e cosa buona e giusta; e da questo punto di vista doverosa era la denuncia dei cardinali. Tuttavia, non si può ottemperare a un obbligo morale nicchiando su tanti altri: il caso D’Addario resta l’esempio più evidente del voltafaccia della chiesa, come pure quello sull’evasione fiscale, problema annoso ma sempre attuale, su cui la Chiesa non ha mai fatto sentire la propria voce, forse per timore di perdere le donazioni degli italiani o di dover dare di conto al nostro fisco della propria posizione contributiva. Insomma, a me piacerebbe che la Chiesa non si intromettesse mai nelle nostre scelte politiche, giuste o sbagliate che sbagliate che siano. Questo vale per gli immigrati, come per gli omosessuali, per l’aborto e per tante altre questioni.

3 Risposte to “Stavolta Bossi ha quasi ragione”

  1. Non voglio difendere la presa di posizione del Vaticano perché so come tutti che l’ambiguità, il relativismo e l’interesse nelle dichiarazioni che pronuncia fanno dello Stato Vaticano un soggetto con cui non mi sento di solidarizzare ideologicamente.
    Quello che però, nel particolare, il Vaticano afferma c’entra eccome con la Shoah se si guarda bene.
    C’entra perché anche lì -come noi ora- uno Stato decise che esistevano persone di serie A e persone di serie B. Il razzismo applicato in entrambi i casi era ed è dei più evidenti e classici, ovvero quel tipo di razzismo inappellabile e incontrovertibile. Non si poteva “smettere” di essere ebrei come non si può “smettere” di essere extra-comunitari.
    Una condizione di vita e di natura incontrovertibile viene usata come discriminante.
    Io posso smettere di rubare, posso smettere di uccidere, ma non posso smettere di essere ebreo o extra-comunitario.
    E questa loro condizione di natura fa perdere loro i diritti umani e basilari di ogni individuo sociale. Quella barca è stata ignorata (altre erano state respinte) per il contenuto sociale presente a bordo. Una barca qualsiasi, se per esempio in panne, nei mari italiani sarebbe stata immediatamente segnalata e aiutata anche perchè il regolamento nautico prevede l’obbligo del soccorso se non si vuole essere denunciati.
    Bossi ha torto.

    Un saluto.

  2. Tra la tanta spazzatura che spesso si legge in questo sito, fa piacere incontrare qualche giusta riflessione. La Chiesa si sta immischiando di cose troppo terrene per il loro modo di pensare. Gli inviti alla solidarieta’ sono rispettabili e cosi’ tutte le altre iniziative caritatevoli che mettono in pratica, ma debbono esimersi da dare giudizi morali, quando loro stessi sono peccatori come ognuno di noi. Se ci ricordiamo di Marcinkus non e’ certo perche’ devolvesse i proventi de i suoi intrighi con le banche ai poveri desideredati del mondo e quanto altro la Chiesa potrebbe dare per sollevare le iniquita’ che questa societa’ “cattolica” e’ riuscita a costruire. Un po’ meno sfarzi nei loro conviviali, non dico che debbano diventare monaci buddisti, ma meno cardinali con croce d’oro e piu’ parsimonia nei loro paramenti. Chissa’ quante buone azioni in piu’ riuscirebbero a fare ed allora potrebbero anche qualche monito nei confronti di noi peccatori. Per quanto riguarda poi la moralita’ del nostro Presidente del Consglio, la Chiesa dovrebbe piu’ preoccuparsi dei preti pedofili che non sono in numero trascurabile.

  3. Partiamo dalla premessa che Bossi ha torto a prescindere.
    Mi trovo d’accordo con quanto scrive Emanuele.
    Che la Chiesa assuma posizioni ed esprima opionioni lo trovo normale.
    La Chiesa segue i suoi dettami, possono piacere o non piacere, dipende se si è laici o credenti.
    Quando invece parliamo di governo, questo riguarda tutti noi a prescindere dalle nostre convinzioni religiose e ciò che sostiene Bossi è totalmente barbaro.
    Non mi risulta che il Vaticano abbia motovedette che respingano i barconi degli extracomunitari. Quello di Bossi è un atteggiamento primitivo e soprattutto comune a molti italiani: se la Chiesa esprime la propria opinione riguardo un problema, la Chiesa deve risolvere il problema.
    Come se ognuno di noi esprimesse la propria opinione riguardo un qualunque provvedimento amministrativo e poi dovremmo noi decidere come risolvere quel determinato problema. Ne abbiamo il potere? O è sempre chi ha emesso il provvedimento che decide?
    Amici cari, il problema è dello Stato Italiano, la Chiesa non fa altro che dire la sua.
    Poi c’è una cosa che davvero non capisco: quando al Centro-Destra fa comodo l’assenso del Vaticano alle proprie idee (vedi testamento biologico e simili) allora va bene e si loda l’opinione della Chiesa, quando succede il contrario non va più bene e dicono in “toni eleganti” al Vaticano di farsi i fatti suoi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 2.745 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: