E ora Berlusconi è in un cul de sac


Fino a stamattina ho continuato a credere che Berlusconi, di fronte alla crescente mobilitazione, ritirasse o quanto meno edulcorasse la riforma sulla scuola. Fidavo sulla precedente contrapposizione nella quale Berlusconi arretrò dopo nemmeno 24 ore sotto la minaccia dello sciopero generale dei sindacati. Stavolta, invece, il tatticismo ha prevalso sul populismo. Berlusconi deve aver pensato che tirare indietro la gamba avrebbe comportato danni maggiori al Governo, avrebbe dato l’immagine di lui come un debole. Ma  lo stesso Berlusconi, ora, è ben consapevole di essersi infilato in un cul de sac. La protesta non si fermerà nemmeno dopo l’approvazione di stamattina del decreto Gelmini, anzi, dopo gli scontri di poco fa in piazza Navona e dopo un comportamento non proprio corretto della Polizia, il clima di ostilità aumenterà di ora in ora. Una situazione senza apparente via d’uscita, se non quella della sconfitta di una delle due parti. Chi mollerà per primo, Berlusconi o i manifestanti? Altre epoche ed analoghe proteste, insegnano che ad aver la peggio sono quasi sempre i governanti, che alla fine periscono schiacciati tra il riformismo e l’elettoralismo. Il più convinto degli statisti non è così tafazzi da auto-decretare la propria sconfitta nelle future elezioni. Non Berlusconi, almeno. Di questo ne sono certo.

3 Risposte to “E ora Berlusconi è in un cul de sac”

Trackbacks/Pingbacks

  1. La riforma della riforma: storia d’Italia « Ccà nisciuno è fesso, il blog di Antonio Vergara - 12 dicembre 2008

    [...] solito la prima idea è sempre quella giusta. Poi gli eventi mi avevo portato a ricredermi ma evidentemente sbagliavo. La riforma sulla scuola è stata pressoché azzerata: il [...]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 2.745 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: