Eurodisney San Giovanni Rotondo


Per la cerimonia dell’ostensione, cioè dell’esposizione del corpo di Padre Pio, su San Giovanni Rotondo sono piovute 750 mila prenotazioni di fedeli che non vogliono assolutamente mancare all’evento. Più che un santo Padre Pio è l’indotto di un economia che fattura milioni di euro.

C´è anche la Madonna «miracolosa», in quello che i frati Cappuccini chiamano «il negozietto», dentro la chiesa di Santa Maria delle Grazie. Costa 860 euro e accanto c´è la Madonna di Fatima, 750 euro. Più a buon prezzo le statue di Padre Pio, dal giugno 2002 San Pio. Quella alta 20 centimetri costa 6 euro, quella di 80 centimetri 50 euro. Non si sa se per merito della Madonna miracolosa ancora invenduta o dello stesso Santo, ma il miracolo tanto atteso è già arrivato: dopo anni di crisi, finalmente, gli alberghi di San Giovanni Rotondo sono pieni.
Da domani, il giorno dell´Evento (i pellegrini potranno vedere il corpo di Padre Pio, riesumato quarant´anni dopo la morte) sarà difficile trovare libero uno solo dei 9.000 posti letto della cittadina. Tutto esaurito nei 120 alberghi e pensioni, senza contare ostelli e case di accoglienza. È il miracolo più atteso, da queste parti. Qui, per il Santo delle stigmate, c´è una fede di cemento armato, espressa con la costruzione dei 120 hotel e di centinaia di ristoranti, negozi di souvenir e giardini per i picnic.
L´altro miracolo era arrivato nell´anno 2000, con il Giubileo. Allora c´erano «solo» 21 alberghi con 1250 posti letto. Tanti hanno potuto costruire in deroga al piano regolatore, e l´altopiano si è riempito di «Centro spiritualità Padre Pio Hotel 4 stelle», ristoranti Sollievo, trattoria I Santi, Grand hotel degli Angeli, hotel «con piscina e cappella»…
La speranza è che il tutto esaurito duri a lungo. «Abbiamo passato – dice Antonio Puzzolanti, funzionario del Comune che segue il turismo religioso – anni davvero duri. Dopo il boom del 2002, quando Padre Pio è diventato Santo, i pellegrini hanno scelto altre mete. L´anno scorso, che già è stato un anno di ripresa, i letti degli hotel sono stati occupati solo un giorno ogni tre e mezzo. Abbiamo avuto sette milioni di presenze, ma solo perché c´è anche il grande ospedale Casa sollievo della sofferenza, ci sono i parenti in visita. Il nostro guaio è che i pellegrini fanno un turismo mordi e fuggi. Adesso, con questa Ostensione del corpo, speriamo che il vento cambi a nostro favore».
Fiducioso ma non troppo è Franco Fini, presidente dell´Assoalbergatori. «Intanto, con l´annuncio di questa esposizione, la stagione è cominciata non a Pasqua ma con quasi un mese di ritardo. Il ponte del 25 aprile è sempre andato bene, come quelli del 1° Maggio e del 2 giugno. Staremo a vedere cosa succede dopo. Il nostro guaio è che, nel 2000, l´offerta di alberghi si è quadruplicata, mentre i pellegrini aumentano del 3, 5, al massimo il 10 % all´anno. Siamo sovradimensionati, e lo saremo per molto tempo».
Si chiama proprio così, Ostensione del corpo, il rito che avrà inizio domani, dopo la Messa solenne celebrata dal cardinale Josè Saraiva Martins. «Abbiamo fatto l´esumazione – ha spiegato monsignor Domenico D´Ambrosio, arcivescovo di Manfredonia – per garantire le ottimali condizioni di conservazione del corpo. Anche le generazioni che verranno dopo di noi potranno così venerare e custodire nel migliore dei modi le spoglie mortali di San Pio». Il corpo è stato trovato «in discrete condizioni» ma non certo intatto. Il vescovo si era lasciato prendere da un certo entusiasmo.

«Ha la barba, le sopracciglia, il mento è perfetto così come le ginocchia. E le unghie sono curate come se fosse passato dal manicure». Ma come si può esporre un volto sia pur parzialmente scheletrito? La soluzione è stata trovata a Londra. Madame Tussauds ha preparato una maschera di cera e l´ha inviata ai frati cappuccini. Fino a ieri sera i frati e i medici non avevano deciso se usarla o se esporre il volto offeso dal tempo.
Chi frequenta i santuari, comunque, non si impressiona facilmente. Già oggi i pellegrini di padre Pio possono vedere, nel convento del frate santo, oggetti e reliquie che possono turbare più di un teschio. Nella cella numero 1, dove alle 2,30 del 23 settembre 1968 il Santo spirò, seduto su una poltroncina con bracciali, vengono mostrati «un tavolino con mezzi guanti, calze bianche con macchie di sangue, una pezzuola per la piaga del costato, una teca contenente crosticine delle stigmate».
Nella cella numero 25, dove il Santo venne operato di ernia il 5 ottobre 1925, «senza essere cloroformizzato per partecipare alla Passione di Cristo», si conservano e si mostrano «fascia di medicazione e batuffolo usato nell´operazione, bicchiere per l´espettorato» e anche garze e panciera. Previdenti, i frati di allora. Quarantatrè anni prima della morte del frate già pensarono al futuro museo del Santo.
All´ingresso della chiesa, a destra, c´è una statua di San Pio, con una frase dettata dallo stesso frate di Pietrelcina. «Ognuno può dire: padre Pio è mio». E infatti tutti lo toccano, baciando entrambe le mani o il piede sinistro. Vietato accendere ceri, con un´offerta si può illuminare una lampadina votiva. Chi entra nel convento – museo già oggi può «vedere» ogni cosa di padre Pio e anche ascoltare la sua voce. Un´altra offerta ed ecco la benedizione della sera. «Auguro a tutti la buona notte piena di grazie e di benedizioni».
Ci sono anche macchinette automatiche che, ad ogni passo, distribuiscono «la medaglia della canonizzazione», un euro. Un altro distributore automatico consegna – in cambio di un euro – «l´immaginetta di plastica» del santo frate. C´è anche la signora che prenota «una Santa Messa per i viventi o i defunti», al costo di 10 euro. «Se sei triste, se hai peccato, se sei preoccupato, se sei in pericolo, se sei abbattuto, incostante, sfiduciato, se hai paura…». In tutti questi casi si può scrivere – offerta libera – una «lettera a padre Pio sulla tomba». «Tutte le sere alle 20,45 noi frati ci riuniamo attorno alla tomba e pregheremo secondo le intenzioni di chi ha inviato la lettere».
Una bella foto mostra padre Pio da solo davanti al convento, poco dopo la guerra. Un piccolo convento, una chiesa minuscola. San Giovanni era tutto qui. Poi è arrivata la chiesa grande, nel 1959 e nel 2004 è stata consacrata quella immensa progettata da Renzo Piano. Sono arrivati l´ospedale che è grande come un policlinico regionale, il palazzone degli ambulatori… Anche i frati del Pace e bene hanno però fatto, come gli albergatori, il passo più lungo della gamba. Un altro immenso cantiere è infatti fermo a metà.
Si tratta della «Casa di riposo per sacerdoti anziani di tutto il mondo», voluta ovviamente da padre Pio («Pensiamo ai preti: questi poveretti quando si fanno vecchi non hanno chi dia loro un bicchiere d´acqua») e mai terminata. «Guardate con i vostri occhi – scrivono i frati in un depliant a colori – le immagini che pubblichiamo. Il cantiere è fermo. I contributi pervenuti non sono sufficienti…».

Davanti al convento, i venditori di «oggetti sacri» sperano che sia arrivato il tempo della mietitura. Rosari da 2,50 a 9,50 euro, «tegole» con il volto di padre Pio che benedice la casa e chi vi abita a 6 euro, anche bavaglini per pupi con la scritta «Ovunque proteggimi» a 6 euro. Le notizie che arrivano da Roma sono incoraggianti. Arriverà anche il Papa, a vedere la salma di padre Pio. E l´ostensione del corpo continuerà per almeno sei mesi, forse un anno, forse di più.
E a sera, non confermata, arriva un´altra voce. Ambienti del Pdl fanno sapere che domani mattina arriverebbe anche Berlusconi. Tanto, in caso contrario, si potranno sempre annunciare sopravvenuti impegni. Se arriva davvero, una preghiera al Santo e un pizzico di campagna elettorale. Si vota a Foggia, per la Provincia e c´è il ballottaggio anche a San Giovanni Rotondo. Pd al 39%, Pdl al 30%. Chi vincerà, dovrà comunque ringraziare per il miracolo.
(fonte la Repubblica)

9 Risposte to “Eurodisney San Giovanni Rotondo”

  1. in effetti arriva a tempo la riesumazione.

    certo che una religione che si basa sull’ostensione di una carcassa umana, nel XXI secolo, è un qualcosa da studiare sul piano antropologico…

  2. Vergognoso, povero Padre Pio!
    M’immagino la scenata che avrebbe fatto se fosse stato in vita. Di sicuro avrebbe cacciato tutti i mercanti dal tempio. Figuriamoci ora che il “tempio” è il Suo corpo terreno.
    Leo

  3. Un business come un altro, che non esclude la fede di alcuni, sincera. Magari pochi.

  4. Voi che venite a iSan Giovanni Rotondo avete sempre una visione distorta di ciò che è reale, vedete qualcosa e subito ne sparlate.

    Scendente giù in paese e parlate con la vera gente, quella che ha avuto i miracoli e non con quelli che parlano sempre e neanche i monaci sanno molto su Padre >Pio

  5. mandatemi il Vs link, perché ho trovato Vs indirizzo con OK NOTIZIe

  6. Tutto il commercio che c’è intorno a S.Giovanni Rotondo,non mi scandalizza xchè in fondo,anche quello,è un miracolo di S.Pio,cioè dare un futuro ai giovani che altrimenti sarebbero andati via da quel paesino. Però quello che è vergognoso è la nuova cripta dove è deposto il santo. Tutta d’oro,non rispecchia per niente la semplicità che caratterizzava la personalità del frate cappuccino che non avrebbe mai voluto,secondo me,una tomba così e non si avverte più la sua presenza spirutuale che si avvertiva prima nella vecchia cripta.

  7. ci sono stata nel 2005,…..meraviglioso!!

  8. ho trascorso 4 giorni meravigliosi…

Trackbacks/Pingbacks

  1. hotel » Blog Archive » Eurodisney San Giovanni Rotondo - 23 aprile 2008

    [...] airgoodmy wrote an interesting post today onHere’s a quick excerptQui, per il Santo delle stigmate, c´è una fede di cemento armato, espressa con la costruzione dei 120 hotel e di centinaia di ristoranti, negozi di souvenir e giardini per i picnic. L´altro miracolo era arrivato nell´anno 2000, … [...]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 2.745 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: